anal beads

anal dildo: consigli e posizioni per le prime esperienze

Un anal dildo è un sex toy di forma fallica ma non solo, può essere formato da una serie di palline, in quel caso parliamo di anal beads, generalmente di diametro inferiore rispetto a quello per uso vaginale, la cui forma è studiata per l’inserimento anale. Ce ne sono di diversi modelli, che si differenziano per lunghezza, diametro, forma più o meno realistica, ma anche per il materiale, che generalmente è un po’ più rigido rispetto ai dildo tradizionali. Può essere usato sia da donne che da uomini, per aumentare il proprio piacere sessuale, e trova usi sia nella masturbazione solitaria sia nei rapporti di coppia di qualunque natura.

L’uso del dildo anale

Consigli per chi è alle prime esperienze

Per cominciare, l’ano è diverso dalla vagina, e necessita sempre di adeguata lubrificazione. Quindi è buona norma munirsi di un lubrificante, che può essere a base acquosa o a base siliconica, e lubrificare abbondantemente sia il dildo sia l’interno dell’ano.
E’ bene iniziare, se si è alle prime esperienze, con un anal dildo di diametro contenuto, soprattutto alla punta, che non dovrebbe superare gli 1.5 cm, con la forma arrotondata, ad imitazione del glande. Solo successivamente, quando i muscoli dell’ano hanno guadagnato elasticità e ci si è abituati alla dilatazione in modo che non ci siano sensazioni dolorose, si potrà passare via via a diametri maggiori. In pratica, l’approccio al sesso anale, anche mediante anal dildo, deve essere graduale.

Le posizioni

Come usare l’anal dildo

Per decenni, la pornografia ha propagandato l’idea che la posizione tipica del sesso anale sia quella a 90 gradi, anche nel caso di penetrazione con un dildo anale. In realtà, soprattutto alle prime esperienze, si tratta di una posizione sconsigliabile.

La posizione migliore per introdursi al sesso anale è stando stesi su un fianco, nella posizione equivalente a quella che nel sesso viene detta “a cucchiaio“. Piegando le gambe in avanti, e spingendo il bacino all’indietro, si mette la muscolatura dell’ano in una posizione rilassata, che è l’ideale per le prime esperienze di sodomia con un anal dildo.
E’ importante essere rilassati al massimo, per evitare sensazioni dolorose. Una volta inserito nel retto il dildo, un utile esercizio è quello di contrarre i muscoli dell’ano, avvolgendo il dildo stesso. Con questo esercizio, si aumenta l’elasticità dei muscoli e dei tessuti dello sfintere, e ci si abitua a ricevere il sex toy.

Solo quando si sarà raggiunta una buona elasticità, una buona capacità di rilassare i muscoli, e la sensazione sarà assolutamente confortevole, allora si potrà passare ad un anal dildo di diametro maggiore. Quando si arriverà ad accogliere un dildo di dimensioni paragonabili a quelle di un pene maschile, senza sensazioni dolorose, allora si sarà pronti per un rapporto anale di coppia vero e proprio.

le mie conclusioni sul sesso anale e i dildo

Tirando le somme

Il sesso anale è una grande fonte di piacere, per uomini e donne. Piacere psicologico, poiché nasconde il brivido della trasgressione, ma anche piacere fisico vero e proprio, grazie alla stimolazione delle terminazioni nervose dello sfintere. Tuttavia va praticato con consapevolezza, con attenzione: non si parte mai con una penetrazione anale in un rapporto a due, ma è bene dapprima preparare l’ano con un dildo anale, occorre sempre usare un’abbondante lubrificazione poiché l’ano, a differenza della vagina, è sprovvisto di un sistema di lubrificazione naturale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *