i vantaggi di essere una donna bisex

sexy-redCiao sono Rosa, 33enne romana dai capelli rossa, piuttosto bassina, sono alta appena 160 cm, carnosetta con una quinta di reggiseno che piace molto agli uomini, impiegata in un centro commerciale. La mia particolarità però è un’altra: sono bisex e siccome molte persone sono incuriosite da questo, vorrei raccontare qualcosa della mia esperienza.

Molte ragazze, così come molti uomini, scelgono di solito una via unica per la propria sessualità: o sono eterosessuali, o sono omosessuali. Alcune (e alcuni) possono anche cambiare orientamento andando avanti nella vita, come un mio caro amico (in passato anche scopamico), che rimorchiava donne di continuo, ma a 28 anni è diventato gay.

Insomma, è un po’ difficile che la bisessualità si affermi, rispetto ad un ben preciso orientamento.

Per la serie, o al di qua o al di là della sponda. Così era anche per me: sono sempre stata eterosessuale, ho avuto tanti fidanzati, con i quali ho sempre fatto del buon sesso.

Ho anche convissuto con un ragazzo, con il quale facevo sesso in tutti i modi, orale, vaginale e anale, più volte la settimana, quindi sembrava che io avessi trovato una mia via definitiva nella vita, e magari ci si aspettava anche che mi sposassi. Poi un giorno, quando avevo 28 anni, successe una cosa strana.

Il mio ragazzo era andato a lavorare, ed io ero sola a casa, ed ero eccitata, ma lui sarebbe tornato a casa solo sei ore dopo, ed io non ce la facevo ad aspettare.

Quindi andai su Internet, su un famoso sito di video clip porno, a cercare un video stuzzicante che mi stimolasse per masturbarmi.

Io e il mio ragazzo guardavamo spesso dei porno assieme, per divertirci come per eccitarci, e così avevo un po’ preso l’abitudine a guardarli anche io, anche se a dire il vero una volta visto uno è come averli visti tutti e li trovo un po’ ripetitivi.

Così, gironzolando tra vari video anche un po’ annoiata, sono capitata all’improvviso in un video dove si faceva un orgia tra 5 o 6 persone.

Stranamente, la mia attenzione fu catturata da due ragazze, sulla destra, che si stavano scambiando piaceri tra loro: si stavano facendo un sessantanove. Con una grossa sorpresa anche per me stessa, la cosa mi eccitò tantissimo. Talmente tanto che iniziai a toccarmi, pensando molto meno al video e fantasticando su di me che facevo un sessantanove con una mia cara amica. Provai un orgasmo lungo e intenso, mentre pensavo: “Voglio farlo anche io!”.

Così, scoprii che ero molto eccitata dallo stare con una donna. Pensai allora di essere lesbica, e nel giro di poche settimane ebbi il mio primo rapporto lesbico con una donna conosciuta in un locale. La cosa mi eccitò tantissimo. Provai piaceri molto intensi, ma mi lasciò comunque un vago senso di insoddisfazione. Qualcosa mi era mancato, e quel qualcosa era la penetrazione del mio corpo da parte di un membro maschile, e la stupenda sensazione che provo quando un uomo mi viene dentro. Insomma, forse non ero proprio lesbica! Gli uomini mi piacciono e li desidero, allo stesso modo di come mi piacciono le donne.

Sono piaceri diversi, che gradisco entrambi.

Infatti, la mia fantasia erotica di oggi, quella che faccio sempre, è di avere un rapporto sessuale a tre: io, un uomo ed una donna, in modo da fondere finalmente i due piaceri.

Questo è il vantaggio di essere una donna bisex: si gode di entrambi i generi, si abbraccia il piacere da tutte le angolazioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *